diritti e rovesci

Protezione dei minori nell'ambito dei film e video

Dal 1ᵒ gennaio 2013 tutti i film distribuiti in Svizzera sono muniti di indicazioni unitarie sui limiti di età. Le indicazioni riprendono quelle dell’organo di autocontrollo volontario dell’industria cinematografica tedesca (Freiwillige Selbstkontrolle der Filmwirtschaft, FSK) oppure sono assegnate dalla Commissione per la protezione dei minori nell’ambito dei film. Farà eccezione il Cantone Ticino, che fino a nuovo ordine manterrà la propria commissione in materia.

 

Per tutte le informazioni riguardo alla classificazione film cinema e video in base

all' età cliccate qui: Commissione svizzera dei Film e delle tutela dei giovani

 

i firmatari della Carta "Movie-Guide" devono apporre ai DVD un chip indicante l'età minima

legge federale sulla promozione delle attività giovanili extrascolastiche

La nuova legge federale sulla promozione delle attività extrascolastiche di fanciulli e giovani (LPAG) intende adeguare la promozione delle attività extrascolastiche alle mutate esigenze di una società in continua evoluzione e getta le basi per una migliore collaborazione tra i diversi attori operanti nell'ambito della politica dell'infanzia e della gioventù. Il Consiglio federale ha fissato l’entrata in vigore della LPAG e della relativa ordinanza, entrambe sottoposte a revisione totale, per il 1° gennaio 2013.

Con la nuova legge e la nuova ordinanza si è voluto adeguare la promozione delle attività extrascolastiche di fanciulli e giovani ai cambiamenti intervenuti nella nostra società. I mezzi finanziari finora a disposizione sono stati moderatamente aumentati passando da circa 6,9 a 8,4 milioni di franchi l'anno. Con la revisione totale della legge sulle attività giovanili e della relativa ordinanza sono state introdotte le seguenti importanti modifiche:

Il gruppo dei destinatari è stato esteso ai bambini della scuola dell’infanzia. La concessione di aiuti finanziari per la promozione delle attività extrascolastiche di fanciulli e giovani è un sistema che ha dato per principio buoni risultati ed è quindi mantenuto. Questo significa che le associazioni mantello, le piattaforme di coordinamento e le singole organizzazioni attive a livello nazionale continueranno a ricevere aiuti finanziari per la gestione delle strutture e per attività regolari. Continueranno ad essere versati anche gli aiuti finanziari per la formazione e il perfezionamento. Tra le novità della LPAG va menzionata la creazione di una base legale volta a promuovere la partecipazione politica dei bambini e dei giovani a livello federale. Inoltre, si è provveduto a semplificare la procedura, assai complicata per chi desidera richiedere aiuti finanziari, grazie a un sistema informatico online che permette di ridurre l’onere per l’inoltro e il disbrigo delle richieste.

Grazie alla revisione potranno beneficiare di aiuti finanziari della Confederazione anche le attività aperte a tutti i bambini e i giovani, cui è possibile partecipare senza essere membri di un’associazione. Essendo proposte essenzialmente da Comuni e Cantoni, in futuro le attività aperte a tutti potranno ricevere un nuovo tipo di aiuti finanziari, previsti per progetti che fungono da modello. Verranno pure create le basi per la collaborazione e lo sviluppo delle competenze in materia di politica dell’infanzia e della gioventù. Per un periodo di otto anni dall’entrata in vigore dalla LPAG, i Cantoni che lo desiderano potranno richiedere un sostegno della Confederazione per sviluppare la loro politica dell'infanzia e della gioventù. A questo scopo, ogni Cantone disporrà di al massimo 450 000 franchi....leggi tutto l'articolo qua

 

Legge federale sulla promozione delle attività extrascolastiche 

 

Ordinanza federale sulla promozione delle attività extrascolastiche

Open Air e manifestazioni all'aperto

se desiderate organizzare una manifestazione all’aperto su un terreno predisposto: ad esempio feste di ginnastica, gare di moto-cross, concorsi ippici, festival, tiri di campagna ecc.

 

Affinché le vostre feste non finiscano nel fango!..... scarica il promemoria o clicca

Promemoria per organizzare manifestazioni all'aperto
Manifestazioni_aperto_promemoria_allegat
Documento Adobe Acrobat 1.9 MB

internet e privacy

La protezione dei dati e soprattutto la regolamentazione sulla pubblicazione di foto e come destreggiarsi su questi argomenti in relazione ai social networks:

 

INTERNET e PRIVACY

 

nuovo codice deontologico degli operatori sociali in Svizzera (in francese)

copertina codice deontologico
copertina codice deontologico

Lors de l’Assemblée des délégué-e-s d’AvenirSocial du 25 juin dernier, les délégué-e-s ont adopté le nouveau code de déontologie qui leur était présenté par le comité.

La création d’une commission romande d’éthique et de déontologie


Avec l’entrée en vigueur de ce nouveau code de déontologie, AvenirSocial réorganise sa commission d’éthique et de déontologie. Pour l’heure, cette commission nationale était composée presque exclusivement de personnes alémaniques. Des Romand-e-s ont régulièrement montré de l’intérêt pour cette commission. Seulement voilà, lors de sa présentation, ma première question était: comprenez-vous l’allemand? Il s’agissait là de la première barrière. D’autre part, en plus du fossé linguistique, l’éthique et la déontologie voient des barrières culturelles selon que l’on ait fait sa formation et que l’on travaille, soit en Suisse romande, soit en Suisse alémanique. Les cadres de référence sont particulièrement différents dans cette matière et imperméables.
Du fait que notre nouveau document de référence ne vise pas qu’à être normatif, mais qu’il se veut aussi soutenant pour les travailleurs sociaux, il était nécessaire de se rapprocher d’eux et de dépasser la barrière de la langue en leur mettant à disposition une commission proche d’eux. Une commission nationale continuera d’exister pour chapeauter et légitimer les processus de travail. 

Le proiezioni pubbliche di film devono essere autorizzate dal titolare del diritto!

una  nota informativa che contiene delle informazioni sulla situa­zione che regola le autorizzazioni nell’ambito del diritto privato. Nel pdf da scaricare si trova la procedura che spiega nel dettaglio che cosa occorre fare per ottenere l’apposita autorizzazione per la proiezione di film. 

 

Presentando  l'apposita domanda potete dare un prezioso contributo per evitare gli strascichi giudiziari, che risultano sempre sgradevoli, non solo per chi viola le regole, ma che causano molto lavoro anche alle autorità di polizia locali e ai tribunali.

 

Ulteriori informazioni sull’argomento sono disponibili anche sul sito web all’indirizzo www.filmdistribution.ch

 

maggio 2011 

Informazioni proiezioni pubbliche
Nota ASDF proiezioni pubbliche di film.p
Documento Adobe Acrobat 40.2 KB

Una volta richiesti i permessi ai distributori, ovvero l’Associazione Svizzera dei distributori di film (ASDF) questi vi manderanno la fattura dopo la proiezione.

Bisogna informare anche la SUISA per i diritti sulla colonna sonora.

I permessi per i film vanno dai 150.-- ai 300.-/400.- a dipendenza dell'anno di produzione. Per film molto vecchi c'è anche la possibilità che non facciano pagare nulla.

 

maggio 2010